news

Lunedì - 18 Settembre 2017

Comunicato premiazioni Maglia Nera

A nome dello staff mi scuso con i secondi e terzi classificati al circuito Maglia Nera che ieri in occasione della 6xAndrea di Jesolo non sono stati chiamati sul palco premiazioni.

Quest’anno a Jesolo eravamo davvero in tantissimi, la 6xAndrea piace sempre di più tanto che abbiamo registrato il record di squadre iscritte. Ma questo ci ha anche costretti a ridurre i tempi a disposizione per le premiazioni. Purtroppo, infatti, le tempistiche per lo sgombero di Piazza Mazzini imposte dalla polizia locale ci hanno obbligati ad accelerare la chiusura della manifestazione e quindi non abbiamo potuto chiamare sul palco anche i secondi e terzi. Di questo ci scusiamo con i diretti interessati, ma come staff ci impegniamo ad inviare direttamente a casa di ognuno il legittimo premio quanto prima.

Vi aspetto per l’edizione 2018 che, come, annunciato ieri sul palco, è già ricca di novità che potrete leggere nel dettaglio nel sito www.grandprixmaglianera.com

Sportivamente
FP


Venerdì - 16 Ottobre 2015

Dopo un esordio di successo, il Grand Prix Maglia Nera è già pronto a guardare al 2016

Da oggi potete abbonarvi al circuito firmato Pinarello e avete tempo fino alla fine di marzo per non perdere l’occasione di vivere le granfondo in modo diverso: guardando alla classifica se avete velleità agonistiche o semplicemente pedalando in compagnia degli amici. E tanti più saranno gli amici di pedalata, maggiore sarà la probabilità di vincere gli splendidi premi riservati ai team più numerosi che faranno il Maglia Nera.

Per il 2016 la famiglia si allarga e il calendario sarà così arricchito di una prova: la Gran Fondo Felice Gimondi Bianchi di Bergamo.

“Si tratta di una delle più belle e sicure che ci siano in Italia - ha commentato alle premiazioni finali di Jesolo Fausto Pinarello - e per noi la sicurezza e l’ottima organizzazione sono dei requisiti imprescindibili per poter far parte del circuito”.

Questo quindi il calendario del Maglia Nera 2016:

24.04 GF Fi’zi:k (Marostica)

15.05 GF Felice Gimondi Bianchi (Bergamo)

29.05 GF Centenario (Montebelluna)

19.06 Sportful Dolomiti Race (Feltre)

10.07 La Pina Cycling Marathon (Treviso)

18.09 6XAndrea cronometro a squadre (Jesolo)

La cronometro a squadre 6xAndrea resta la tappa finale (obbligatoria per tutti) del Grand Prix Maglia Nera dedicato a Giovanni “Nani” Pinarello, fondatore dell’azienda di biciclette che ne porta il nome oggi in tutto il mondo. Una gara contro il tempo ma anche una momento di grande festa per chiudere la stagione in allegria con gli amici di pedalata.

L’entrata della Gimondi Bianchi porta con sé anche un’altra novità: per essere classificati sarà obbligatorio ottenere i tre punteggi di Gimondi Bianchi, Sportful, La Pina.

Vi ricordiamo che tutti i brevettati 2015 potranno usufruire di una griglia di partenza speciale in tutte le prove del Maglia Nera 2016.

Vi aspettiamo


Venerdì - 18 Settembre 2015

Gran finale del circuito a Jesolo con oltre 800 ciclisti

Alla 6x Andrea in esposizione il Bolide Pinarello del Record dell’ora

Miss Italia premierà i vincitori

È iniziato il conto alla rovescia per la 4&grad;edizione della 6xAndrea, l’ormai classico appuntamento a Jesolo con la cronometro a squadre dedicata alla memoria di Andrea Pinarello in programma DOMENICA 20 SETTEMBRE.

Sei amici sui pedali in un circuito di 25km nel cuore di Jesolo, completamente chiuso al traffico.

Il PERCORSO: la partenza della prima squadra da Piazza Mazzini è fissata alle 8.30, poi uno start ogni 1’45”. I partecipanti dovranno fare due volte il circuito di gara che si snoda tra via Aleardo Aleardi, via Martiri delle Foibe, via Ceolotto, viale Padania, via Ceolotto, via Monti, Via Gorizia, via Usodimare, via dei Mille, via Giuseppe Verdi, via Ugo Foscolo, via Silvio Trentin, e rientro in Piazza Mazzini per il secondo giro.

Un’edizione che segna il record di iscritti: saranno 119 le formazioni al via per un totale di 800 ciclisti che arriveranno da tutta Italia. Dodici le squadre miste (che correranno con almeno due donne), nove quelle formate solo da cicliste donne.

A dare il via alla gara Fausto Pinarello che insieme alla sorella Carla ha fortemente voluto portare a termine un progetto che Andrea cullava da anni e la moglie di Andrea, Gloria Piovesan Pinarello.

E proprio la famiglia Pinarello ha voluto fare un regalo speciale agli jesolani e ai cronoman che si daranno battaglia lungo le strade di Jesolo mettendo in mostra all’expo di sabato in Piazza Mazzini (dalle ore 17 alle ore 20) il famoso BOLIDE PINARELLO che a inizio giugno ha fatto entrare nella storia sir Bradey Wiggins con il record di 54,526km percorsi in un’ora (219 giri del Lee Valley VeloPark di Londra). Non solo, il baronetto con il Bolide Pinarello ha superato di oltre 1,5km il primato precedente entrando nella storia come secondo gap più grande.

La sfida di Jesolo è di battere il miglior tempo finora fissato (dai vincitori dell’edizione 2014) dal team Sportissimo che è salito sul gradino più alto del podio chiudendo la prova in 27’15” (un secondo meglio della stessa squadra nel 2013). In campo femminile, sarà da battere il tempo delle ragazze del Patos team pynk lady di Verona che nel 2013 vinsero in 33’40”.

A rendere ancora più piacevole la premiazione dei vincitori dell’edizione 2015 sarà la presenza di Clarissa Marchese, MISS ITALIA 2014 che proprio poche ore dopo

(domenica sera) cederà lo scettro di regina della bellezza alla vincitrice del concorso nazionale in scena proprio in questi giorni al PalaArrex di Jesolo.

Piazza Mazzini sarà anche teatro delle premiazioni finali della prima edizione del circuito GRAND PRIX MAGLIA NERA dedicato alla memoria della maglia nera più famosa, Giovanni Pinarello, fondatore dell’azienda di Treviso. In 500 da tutta Italia hanno partecipato a 4 granfondo venete conquistando con la prova di Jesolo l‘ambito Brevetto ma anche la famosa Maglia Nera che sarà consegnata agli ultimi di categoria.

Il gran finale del Grand Prix Maglia Nera sarà anche l’occasione per presentare in anteprima assoluta a Jesolo tutte le novità della seconda edizione del circuito.

Informazioni nel sito ufficiale: www.lapinarello.com/it/6xandrea


Lunedi - 13 Luglio 2015

La Pina#19: in 3.500 sui pedali nella Marca Elettrico e Bertolin in volata su Piazza del Grano

L’estate e il solleone baciano l’edizione numero 19 de La Pina Cycling Marathon, la prima senza il leggendario Giovanni “Nani” Pinarello, la maglia nera più famosa d’Italia, la terza senza il figlio Andrea Pinarello che assieme ai fratelli Fausto e Carla aveva creato la manifestazione nel 1996 proprio per onorare il papà.

Una festa di sport all’insegna del ciclismo con dominatori in volata proprio alla storica bottega di “Nani” da Tommaso Elettrico (Legend Factory Miche) e della trevigiana Odette Bertolin (Somec Mg K Vis) sul percorso Lungo di 157km e per distacco invece su Medio per Federico Costa (Barbariga) e Christiane Koschier (Avesani).

Al via 3.500 granfondisti da 32 nazioni in rappresentanza dei cinque continenti del mondo, ben 450 gli stranieri, molti i distributori e clienti dell’azienda Pinarello che hanno colto l’occasione per provare con le proprie gambe le fiammanti K8, le ultime specialissime di casa Pinarello. Per loro una festa nella festa del ciclismo, arrivavano da ogni dove, i più distanti da Giappone, Indonesia e Thailandia, mercati in grande espansione, oltre che da Australia, Stati Uniti, Canada e gran parte d’Europa. Biciclette famose in tutto il mondo che nella terra del Sol Levante vantano anche un Pina Club Japan con oltre 3.500 iscritti.

Il podio del Lungo si decide proprio davanti alla storica bottega di “Nani”, con un volantone dei fuggitivi fin dai primi dei 157km della granfondo: Elettrico, il trevigiano Alessandro bertuola (Copparo) e il toscano Stefano Cecchini (La Bagarre) reduce dal podio della Sportful Dolomiti Race. Per tutta la mattina corrono assieme, si aiutano, si danno i cambi, ma quando all’ultimo km si intravvede Porta San Tommaso prevale la sfida e i tre scattano. Sul traguardo Bertuola deve cedere alla potenza di Elettrico che chiude in 4h31’50.
Podio di squadra in casa Somec Mg K Vis tra le donne. Sul gradino più alto è salita Odette Bertolin che ha pedalato d’intesa con la compagna di squadra Marina Ilmer per tutta la gara, difendendosi dagli attacchi dello scricciolo feltrino Gloria Bee (Pedale Feltrino) già terza nel 2014 ma nel percorso Medio. Alla fine le due chiudono in 5h00’18” a 3’58” dall’avversaria.

Nel percorso Medio trionfo di ex con Federico Costa (Barbariga) partito in fuga dopo la presa XIV del Montello e che è riuscito a chiudere per distacco (1’14”) sul gruppone degi avversari. Così volatona finale per almeno 40 granfondisti per il secondo e terzo posto conquistati di potenza da Claudio Camin (Camin bike) e Biagio Conte (Salvador).
In campo femminile vittoria di Christiane Koschier (Avesani) davanti all’ex pattinatrice Enrica Furlan (Spezzotto) e Marica Tassinari (Passion Farentina).

Una Pina Cycling Marathon che come da tradizione regala anche la possibilità di incontrare grandi campioni non solo di ciclismo e personaggi vari e magari pedalare per alcuni km in loro compagnia. Così alla partenza c’era il Ct della Nazionale Davide Cassani che ha fatto il lungo insieme a Fausto Pinarello, il ds Stefano Zanatta e il pro del Team Sky Eisel, con loro anche Eros Poli e Dario Cioni. “Ho trovato la compagnia giusta e mi sono proprio divertito – racconta – siamo andati tranquilli in salita e forti in piana mettendo davanti Poli e Cioni. In salta cerco sempre di avere accanto chi va più piano di me. Qui a Treviso è sempre una bella festa del ciclismo con la Famiglia Pinarello”. Allo start anche Franco Pellizzotti e campioni olimpici come Antonio Rossi, Jury Chechi e Alessandro Pittin. Messi via gli sci con cui ha stabilito il record mondiale di km lanciato (250km/h), Ivan Origone ha fatto ieri la sua prima granfondo in sella ad una F8 Pinarello. “Mi sono divertito molto, ma la prossima volta mi allenerò un po’ di più”. Sui pedali anche il direttore generale di Sky Sport Giovanni Bruno.

“Diciannove anni fa quando abbiamo creato con Andrea questo evento in onore a mio papà Giovanni eravamo in 1.800 al via, quest’anno siamo il doppio – ha commentato Fausto Pinarello – non posso che essere felice e il prossimo anno per i 20 anni sarà una grandissima festa qui a Treviso”.

L’appuntamento è quindi a luglio 2016, impossibile perdere la festa!!


Venerdì - 10 Aprile 2015

Grand Prix Maglia Nera by Pinarello
In 500 alla 1. edizione

Sono circa 500 gli iscritti al nuovo circuito dedicato a Giovanni Pinarello, un’iniziativa che coinvolge quattro granfondo totalmente in suolo veneto con il gran finale a Jesolo con la cronometro a squadre 6xAndrea, dedicata alla memoria di Andrea Pinarello.

Il Grand Prix è stato presentato ufficialmente oggi nello showroom dell’azienda Pinarello di Treviso, erano presenti oltre alla famiglia Pinarello (i figli Fausto e Carla e la vedova Ida Gobbo) gli organizzatori delle altre prove: Ivan Piol (Sportful Dolomiti Race di Feltre), Angelo Pasqualin (GF del Centenario di Montebelluna) e Andrea Maroso (GF Fizik di Marostica).

L’idea era venuta qualche mese fa a Fausto, il figlio di Giovanni “Nani”, che assieme alla sorella Carla ha voluto creare qualcosa da dedicare alla memoria del papà, leggendaria “maglia nera” del Giro d’Italia ma diventato famoso in seguito grazie anche alle sue biciclette invidiate (e molto copiate) in tutto il mondo. “Nani” era anche molto legato alla sua terra, al territorio in cui era nato e vissuto, fucina di grandi nomi del ciclismo.

“Mio papà diceva sempre che la maglia nera, simbolo dell’ultimo in classifica, in realtà ai suoi tempi era una maglia molto ambita e di cui andare molto fieri – racconta Fausto - lui ne andava particolarmente orgoglioso e per noi rappresenta il simbolo della nuova vita che seppe creare, il primo mattone in un certo senso dell’azienda. Non è la maglia di chi vince, ma di chi partecipa. E questo vuole essere lo spirito del circuito che abbiamo voluto creare e dedicare alla sua memoria. Un Grand Prix che premia non tanto chi arriva davanti a tutti, ma chi partecipa con la sua squadra. E proprio ai team è dedicato il montepremi più consistente”.

Le iscrizioni sono piovute da tutto il Nord Italia, a riprova dell’entusiasmo attorno a questa iniziativa che vuole premiare in particolar modo lo spirito di squadra, la voglia di pedalare in compagnia degli amici della propria società alla scoperta di un territorio spettacolare e che per certi versi ha visto la storia del ciclismo.

Al motto:

“Non è la Maglia di chi vince...ma di chi partecipa”

Si sono iscritte società da tutto il Nord Italia: tutte le province Venete ma anche Udine, Pordenone, Brescia, Pesaro e Urbino, Trieste, Bologna, Ancona, Bolzano, Milano, Cuneo, Modena, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini, Forli-Cesena. Gli abbonati più lontani arrivano dalla Sicilia (Catania) e dal Piemonte (Torino).

La classifica per società sarà fatta attraverso la somma dei chilometri percorsi dei soli finisher maglia Nera di ciascuna società, questo per ribadire che la cosa più importante non è il risultato in classifica ma la partecipazione di tutto il gruppo.

Proprio per le società è previsto un montepremi di grande interesse. Si tratta di 6500 euro cosi ripartiti: 2.000 euro al primo gruppo classificato, 1.500 euro al secondo, 1.250 euro al terzo, 1.000 euro al quarto e 750 euro al quinto.

“Il nostro obiettivo è di valorizzare i gruppi di amici e quindi la partecipazione – ha spiegato FAUSTO PINARELLO – agli ultimi di classifica daremo la leggendaria Maglia Nera, mentre i primi – i leader di classifica individuale - saranno identificati fin dalla seconda granfondo in calendario grazie ad un numero di pettorale nero. E’ la prima edizione, mio papà è mancato a settembre, abbiamo creato il circuito in poche settimane e in due mesi abbiamo raccolto 500 adesioni, non mi aspettavo un risultato del genere”.

“Anche la regina della partita a scacchi storica di Marostica è vestita di nera e far parte della Maglia Nera ci ha inorgoglito – ha detto ANDREA MAROSO – faremo il possibile per creare un’autentica festa del ciclismo dedicata anche ai bambini nel cuore della nostra città”.

“Per noi è molto importante far parte di questo circuito – ha detto ANGELO PASQUALIN – è il nostro modo di onorare la memoria di un amico e un ciclista e artigiano che ha scritto la storia del ciclismo. La nostra granfondo, inoltre, è anche prova del campionato veneto di granfondo”.

“Da sempre la nostra granfondo vede tra i suoi partner l’azienda Pinarello ed è quindi per noi un onore far parte del circuito dedicato a Giovanni Pinarello – ha commentato IVAN PIOL – non mi aspettavo nemmeno un successo di queste dimensioni, in due mesi abbiamo registrato un numero di abbonati che eguaglia circuiti storici di granfondo in Italia. Mi sarebbe piaciuto anche parteciparvi, ma come organizzatore di due prove su quattro mi è impossibile. Credo che la scelta delle prove sia ottimale anche come cadenza temporale, una granfondo al mese fino alla chiusura di stagione in settembre con la cronometro di Jesolo che è da sempre una festa di sport”.


Grand Prix Maglia Nera by Pinarello
È boom di abbonati alla 1. edizione

Nasce il primo circuito firmato Pinarello dedicato alla leggendaria Maglia Nera ed è boom di abbonati.

Sono oltre 500 gli iscritti al nuovo circuito, totalmente in suolo veneto, che comprende quattro granfondo e il gran finale a Jesolo con la cronometro a squadre 6xAndrea, dedicata alla memoria di Andrea Pinarello.

Le iscrizioni sono piovute da tutto il Nord Italia, a riprova che c’è molto entusiasmo attorno a questa iniziativa che vuole premiare in particolar modo lo spirito di squadra, la voglia di pedalare in compagnia degli amici della propria società alla scoperta di un territorio spettacolare e che per certi versi ha visto la storia del ciclismo. Al motto:

“Non è la Maglia di chi vince...ma di chi partecipa”

È previsto un montepremi di grande interesse per i team che parteciperanno in gruppo. Si tratta di 6500 euro cosi ripartiti: 2.000 euro al primo gruppo classificato, 1.500 euro al secondo, 1.250 euro al terzo, 1.000 euro al quarto e 750 euro al quinto.

Per consentire anche ai ritardatari di non perdere l’occasione di poter dire “Io c’ero”, in via del tutto eccezionale, si accetteranno nuovi abbonamenti al circuito Maglia Nera anche per tutto il mese di febbraio.

Questa opzione è però riservata esclusivamente a:

  • nuovi gruppi superiori alle cinque unità
  • a chi voglia sottoscrivere un abbonamento di solidarietà
  • ai singoli, ma solo se la società alla quale sono tesserati ha già sottoscritto entro la fine di gennaio degli abbonamenti alla Maglia Nera.

Ricordiamo che il circuito Maglia Nera comprende:

  • Granfondo Fi’zi:k di Marostica (26 aprile)
  • Granfondo del Centenario di Montebelluna (31 maggio)
  • Sportful Dolomiti Race di Feltre (21 giugno)
  • La Pina di Treviso (12 luglio)
  • 6xAndrea di Jesolo (20 settembre)

Per informazioni e iscrizioni scrivere a sport_service@tiscali.it, info@ciclosportservice.it